Storia

SIMPLY THE BEST La vita di George Best a puntate capitolo 1: l'infanzia

Pin It

Mai stati a Belfast? No? Beh, se non ci siete stati allora forse non sapete come si chiama l'areoporto della città del Nord Irlanda. Sembra un particolare di poco conto ma non lo è perché, vedete, l'areoporto si chiama George Best. Esattamente, un areoporto dedicato a un calciatore. Quasi incredibile, se non fosse che parliamo del più grande calciatore irlandese di ogni tempo, anzi diciamo pure britannico. Un giocatore che ha segnato così tanto la storia britannica da essere l'unico sportivo forse al mondo cui è dedicato un areoporto. Su di lui sicuramente sapete tante cose: successi, donne, alcool.....Noi però proveremo a raccontare la sua storia una volta ancora aggiungendo dettagli poco noti.

Partiamo con l'infanzia. George nasce a Belfast, nel sobborgo di Cregagh, il 22 maggio 1946. Suo padre Dick lavora in una azienda legata alle attività del porto, sua mamma Anne si dà da fare per aiutare con piccoli lavoretti. Le bocche da sfamare sono infatti tante: ben 6 fratelli. Papà fa parte dell'ordine di Orange, protestanti convinti (nel 1946 la situazione è ancora tranquilla relativamente ma tra qualche decennio come sappiamo le lotte religiose dilanieranno tutta Belfast), qualche volta porterà anche George alle riunioni.

bestmurale.jpg

IL CAMPETTO DOVE HA INIZIATO GEORGE BEST OGGI DICHIARATO PROTETTO

Best fin da bambino ha in mente una sola cosa: il pallone. Pensa sempre e solo a quello e tira i primi calci sul Cregagh Green, il campetto del quartiere. Quel campetto oggi è stato dichiarato "protetto" e non può essere demolito, un murale di George sorveglia i ragazzi che ci giocano oggi. 

GLENTORANSTADIO.jpg

LO STADIO DEL GLENTORAN

Da ragazzino George segue la squadra locale del Glentoran, tra le migliori del Nord Irlanda, qualche volta va anche allo stadio a vedere le partite. In Inghilterra invece vanno forte i "Wolves" alias Wolverhampton Wanderers, squadra dominante in quegli anni. 

grovesnor.jpg

IL GROVESNOR ISTITUTO SCOLASTICO FREQUENTATO BREVEMENTE DA BEST

A 11 anni nel 1957 George inizia a frequentare la "Grovesnor High School". Il bambino che gioca sempre a pallone, che pensa sempre al pallone, che non ha altro scopo che il pallone scopre però che la scuola dove deve studiare ha solo le squadre di rugby. La reazione è semplicissima: non studia più, "bigia", se ne frega di tutto e di tutti. La famiglia capisce e torna alla scuola precedente, il "Lisnasharragh Secondary" dove può giocare tutto il calcio che vuole. 

best59.jpg

BEST AI TEMPI DELLA SCUOLA (E' IL SECONDO NELLA FILA CENTRALE)

A questo punto il Glentoran lo nota ma gli osservatori lo giudicano troppo gracile e lo scartano (ragazzi del Glentoran, quante notti non avete dormito ripensando all'errore che avete fatto?). C'è però un'altra persona a Belfast che opera nel calcio e cambierà la vita del giovane George. Si chiama Bob Bishop, ama pappagalli e cani, soffre di leggera sordità, non ha mai giocato a calcio ma ne sa, eccome se ne sa. Il suo buon amico Matt Busby, allenatore e padrone del Manchester United, lo ha nominato osservatore per l'Irlanda del Nord per i "Red Devils". E' un talent-scout formidabile e un giorno scoprirà McIlroy e Whiteside, gente che ha fatto la storia al Manchester United. Prima, però, scoprirà il vero grande colpo della sua vita: George, appunto.

Lo nota subito e non se lo lascia sfuggire. E' talmente convinto che telegrafa a Matt Busby il seguente messaggio:

"Questa volta ti ho trovato un genio"

Matt si fida ciecamente del suo osservatore e ingaggia subito il ragazzo. E' il 1961 e la storia di George cambierà e con la sua anche la storia del calcio....

Curiosità: la casa dove George è cresciuto oggi è visitabile e addirittura ci si può dormire (grazie a AirBnb). Volete dormire sotto lo stesso tetto dove ha dormito lui? Ecco il link per prenotare: https://www.airbnb.it/rooms/3699345?guests=1&adults=1

Sportaffairs è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via dei Dossi, 3 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
N°675/2013 del 26/06/2013
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194