Storia

Michael Chang, il ragazzino impertinente che si prese il Roland Garros "scherzando" sua maestà Ivan Lendl (e non solo..)

Pin It

Uno dei più memorabili tornei del Grande Slam di sempre resta il Roland Garros del 1989. Quell'anno il protagonista assoluto fu uno solo: Michael Chang. Statunitense nonostante il cognome (i genitori erano nati a Taiwan per poi trasferirsi negli states), Chang era un giovanissimo e scrisse la storia vincendo il Roland Garros a soli 17 anni, a oggi il più giovane vincente di un torneo del Grande Slam di sempre

chang3.jpg

Chang era una grande promessa e aveva già debuttato nel 1988 in Francia uscendo al terzo turno contro il grande John McEnroe. Forte dell'esperienza dell'anno precedente nel 1989 si ripresentò più ambizioso ma nessuno lo "vedeva" futuro vincitore. Al debutto batte in quattro set il belga Eduard Masso, un avversario agevole. Il secondo turno è una passeggiata con un triplice 6-1 contro un certo...Pete Sampras! Sampras però non era ancora il re del tennis ma era acerbo, si allenava con Chang che lo conosceva bene ed era più maturo. Al terzo turno altra vittoria facile in tre set contro Francisco Roig, futuro uomo di Nadal. 

E arriviamo al piatto forte. Agli ottavi infatti Chang sfida nientemeno che Ivan Lendl. Sulla carta sfida proibitiva. Il cecoslovacco infatti con consumata esperienza si aggiudica 6-4 entrambi i primi due set. Sembra finita ma ecco che tutto cambia. Chang pur alle prese con i crampi comincia a innervosire Lendl con tutti i trucchi conosciuti e sconosciuti. Vince 6-3 il terzo set poi nel quarto set sul 4-3 e 15-30 ecco la chicca: servizio da sotto! E facendo punto! Un vero sberleffo. Lendl esce mentalmente dal match e Chang vince 6-3 il quarto e il quinto set (facendo anche cose come mettersi in campo sul servizio avversario, tutto pur di innervosire...)

chang2.jpg

Il treno è ormai lanciato. Nei quarti sfida all'haitiano Ronald Agenor e vittoria in quattro set. In semifinale il russo Chesnokov, grande specialista della terra e molto forte: Chang lascia il secondo set ma vince netto. E' finale contro il grande Stefan Edberg. Chang perde secondo e terzo set ma la spunta al quinto dopo una battaglia. Il tennis di Chang paga: è minuto fisicamente ma forte mentalmente e molto mobile. Negli anni arriverà fino al secondo posto nella classifica Atp e vincerà 34 tornei ma non ripeterà più la vittoria in un torneo del Grande Slam. Poco male, quella del 1989 ha già scritto la storia...

Sportaffairs è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via dei Dossi, 3 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
N°675/2013 del 26/06/2013
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194