Storia

La favola di Bucchi: dall'Eccellenza alla serie A....

Pin It

“Ancora ancora lui insiste ed è gol”....in quanti oratori migliaia e migliaia di bambini sono cresciuti sognando di diventare grandi campioni, di giocare in serie A, di avere telecronisti pronti a narrare le proprie imprese alle folle...

E’ il sogno di tutti, almeno di tutti i maschietti nati nella penisola italiana.....poi però si cresce e i sogni con la loro poesia spesso lasciano posto alla prosa di una vita ordinaria in fabbrica o in ufficio...

Se a 20 anni compiuti giochi in Promozione è questo il destino che ti aspetti...così deve aver pensato Christian Bucchi nell’estate 1996 quando lasciò la Sambenedettese, squadra storica che giocava in serie D, per il Settempeda, formazione di San Severino Marche militante in Promozione...

Alla Sambenedettese Christian era considerato un talento ma non aveva sfondato....storia comune: quanti se ne perdono per strada....

Poco male: università e giornalismo, queste le alternative chiare nella mente di Christian. Il calcio? Un bel sogno adolescenziale ma ora bisogna metterlo da parte....non del tutto però: quando la passionaccia ti arde dentro non puoi spegnerla...quindi si va nei dilettanti, come tantissimi altri, per divertirsi e magari mettere insieme due lire per irrobustire lo stipendio

Si, ma dove? Squadre tante, mille opzioni eppure Christian alla fine sorprende tutti: il Settempeda!
“Ma è scomodo! Devi prendere il treno e cambiarlo con la coincidenza ma con tutte le squadre che ci sono fino lì devi andare”....fa niente...il Settempeda...Christian non sa perché ma sa che deve andare lì, è la scelta giusta e lo sente come confesserà tanti anni dopo in una intervista...Settempeda...

Per due anni Christian è la punta del Settempeda. Gioca in Promozione e poi in Eccellenza e segna segna segna, talmente tanto che si perde il conto è c’è chi dice ha segnato 52 gol e chi 54....non indaghiamo un po’ di mistero fa fascino....in campo è avvelenato, si avventa su ogni pallone, ricorda Inzaghi soprattutto per la fame: Christian pensa di avere talento e che il calcio sia stato ingiusto con lui e si sfoga col linguaggio degli attaccanti, il gol

Potrebbe essere l’inizio della storia di un bomber dilettanti come mille ne esistono nel nostro paese...invece...invece succede che vicino c’è Perugia e il Perugia e appena stato promosso in serie A...succede che il presidente è un certo Gaucci, i risultati gli danno ragione ma tutti lo considerano un matto, ama i colpi ad effetto e stupire....e Eupalla, la dea del calcio di breriana memoria, si ricorda di Christian e gli dà una spintarella impersonificata da Ermanno Pieroni, dirigente umbro...lo vede lo nota lo propone...ha segnato tantissimo ma gioca in Eccellenza e il Perugia in serie A sarebbe addirittura un salto quintuplo! Gaucci però vuole stupire e appena gli viene proposto dice si!

Quando Christian viene contattato quasi non ci crede. Si allenava con falegnami ed elettricisti e due settimane dopo eccolo correre con Nakata, Tovalieri, Melli. Un sogno, un sogno davvero

Ora però bisogna dimostrare...sarò all’altezza? Mi rimanderanno indietro?...c’è solo un giudice, il campo....

Prima di campionato Perugia Juventus: memorabile 3-4 ma Christian per ora è ai margini....aspettare e lavorare per farsi trovare pronti il segreto delle riserve...seconda partita a Genova e Christian non entra ma è in panchina...già un passo avanti...terza partita arriva la Lazio e mister Castagner glielo dice: è la tua ora!

Non si dorme la notte. Contro Mancini, Nesta, Mihajlovic...come farò?....pronti via e al 4’ una palla spiove da sinistra, Fernando Couto è troppo lontano e Christian salta e colpisce, Marchegiani interviene goffamente e 15000 umbri urlano all’unisono....Christian non capisce più niente, i compagni lo sommergono ma una cosa l’ha capita....non è un sogno....procurerà anche un rigore nel 2-2 finale....sarà l’inizio di una carriera da professionista di buon livello....ma l’emozione di quel momento, del momento in cui hai capito che è tutto vero quello è irripetibile...

Guardate i vostri amici nei dilettanti e pensateci: oggi sei qui, fra due mesi in serie A a bucar difese...dove le trovi storie così se non nello sport?

Nessun tag trovato.

Sportaffairs è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via dei Dossi, 3 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
N°675/2013 del 26/06/2013
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194